I pilastri dello champagne: elenco schede tecniche Dom Perignon Vintage

Raccolta schede degustazione Dom Perignon Vintage

Migliori annate Dom Perignon Vintage

Logo Dom Perignon Vintage

Dom Perignon Vintage 2010

L'inverno è stato rigido, la primavera secca e in ritardo, l'estate calda ma non eccessivamente. Dopo un decennio particolarmente soleggiato, questa freschezza era sorprendente.

Dom Perignon Vintage 2009

Il 2009 chiude nel migliore dei modi un decennio prodigioso, solare, audace e generoso.

Dom Perignon Vintage 2008

Il 2008 è un anno dominato da cieli grigi e velati: un’eccezione rispetto al resto del decennio, caratterizzato da una prevalenza di tempo bello e generosamente soleggiato.

Dom Perignon Vintage 2006

Le condizioni meteorologiche del 2006 sono state variabili, ma nel complesso calde e secche.

Dom Perignon Vintage 2005

Un'annata dai forti contrasti, globalmente calda e accompagnata da scarse precipitazioni.

Dom Perignon Vintage 2004

L'annata 2004 segnerà la storia di Dom Perignon con la sua ricchezza e la sua generosità.

Dom Perignon Vintage 2003

Dopo un inverno particolarmente freddo, secco e rude, le gelate primaverili dal 7 all'11 aprile rimarranno per sempre nella mente dei viticoltori della Champagne.

Dom Perignon Vintage 2002

La primavera fu calda e secca, con nessuna gelata significativa e una fioritura quasi perfetta.

Dom Perignon Vintage 2000

L'anno 2000 è mite, ma il mese di luglio è caratterizzato da temperature più basse della media e temporali frequenti.

Migliori annate Dom Perignon Rosè

Logo Dom Perignon Rosè

Dom Perignon Rosè 2006

Il clima del 2006 è stato complessivamente caldo e secco, seppure caratterizzato da contrasti.

Dom Perignon Rosè 2005

Un'annata dai forti contrasti, globalmente calda e secca. L’inziale entusiasmo dato dalla calure di Agosto è temperato dalla frescura e dalle piogge di settembre.

Dom Perignon Rosè 2004

La corposa leggerezza del Millesimato 2004 lascerà un segno nella storia di Dom Perignon.

Dom Perignon Rosè 2003

Dopo un inverno particolarmente freddo, secco e rude, le gelate primaverili dal 7 all'11 aprile rimarranno per sempre nella mente dei viticoltori della Champagne.

Dom Perignon Rosè 2002

La primavera fu calda e secca, con nessuna gelata significativa e una fioritura quasi perfetta.

Dom Perignon Rosè 2000

L'anno 2000 è mite, ma il mese di luglio è caratterizzato da temperature più basse della media e temporali frequenti, con consistenti quantità di pioggia e grandine.

Dom Perignon P2 Rosè 1995

Vendemmia iniziata il 18 settembre per lo Chardonnay e il 25 settembre per il Pinot Noir.

Dom Perignon P2 Rosè 1993

Un millesimo caratterizzato dalla sua precocità

Dom Perignon P2 Rosè 1992

L'intensità si afferma progressivamente e si allunga su una nota piena